Pagina 1 di 1

(Torino) Pedro e Paloma, devono ricominciare

MessaggioInviato: sab nov 03, 2018 9:39 pm
da miriam
Immagine

PEDRO E PALOMA, SCARICATI DAI PARENTI DELL’ANZIANA PROPRIETARIA, DEVONO RITROVARE FIDUCIA NEL GENERE UMANO!

Una storia nuova? Macché, l’anziana proprietaria non è più autonoma, deve trasferirsi a casa del figlio ma per i gatti non c’è posto e quindi bisogna sbarazzarsene prima possibile. Sono gatti di proprietà per cui molte associazioni contattate rispondono che non è affar loro occuparsene e così chi li prende in carico? E così anche se abbiamo oltre 60 gatti a cui cercar casa, per evitare che potessero finire per strada o in un gattile a vita, li abbiamo presi. Insieme ai 2 gatti ci viene lasciato un sacchetto aperto e quasi finito di crocchette, troppa grazia!
Ma sapete qual è la cosa più triste? Pensare che molti animali dopo aver passato tutta la vita con i loro anziani proprietari vengono scaricati come oggetti ingombranti dai parenti che no, non cercano per loro una sistemazione adeguata ma cercano soltanto la soluzione più veloce, qualsiasi essa sia. Li abbiamo in carico da più di un mese, pensate che qualcuno abbia chiesto notizie di loro, se stanno bene, se si sono ambientati, se hanno trovato adozione? Assolutamente no! Disinteresse totale!
Pedro e Paloma hanno passato i primi giorni nascosti sotto i mobili, col terrore negli occhi sgranati come a dire “dove siamo finiti? Possiamo fidarci di queste persone? Che ne sarà di noi?”
Lui ha iniziato a sciogliersi per primo e ora ha distanza di settimane si struscia, cerca le coccole, da’ le testatine. Lei molto più riservata, non si nasconde più quando entra qualcuno nella stanza ma lo guarda a distanza. Sicuramente quando avrà preso più fiducia e si sentirà a suo agio anche lei sarà una tenerona.
Paloma e Pedro hanno 8 anni, sono entrambi sterilizzati, testati fiv felv negativi e godono di buona salute. Sono molto tranquilli, discreti, educatissimi in casa e molto affiatati. E poi non sono anche bellissimi?
Ora sappiamo bene che trovare per loro un’ adozione di coppia sarà un’impresa molto difficile ma noi ci proviamo perché oltre aver subito il trauma dell’abbandono non vorremmo che subissero anche quello del distacco visto che sono l’ombra uno dell’altro.
Siamo sicuri che da qualche parte c’è una persona che saprà far ritrovare loro la fiducia negli essere umani!
Sono adottabili a Torino e provincia (ma valutiamo anche regioni limitrofe) dopo controllo pre-affido (una visita a casa vostra per conoscerci), firma del documento di adozione e disponibilità a rimanere in contatto di tanto in tanto dopo l’affido. E’ richiesta la messa in protezione di balconi.
Per info o adozione scrivete una mail ad Associazione Le Sfigatte all’indirizzo adozioni@lesfigatte.org oppure inviate un SMS/Whatsapp al numero 338 5378900 (sarete ricontattati)